Salucci: con l' approvazione della legge sui Parchi il divieto di esercitazioni militari

In qualità di componente del Consiglio Nazionale di Federparchi, sono ad informare con soddisfazione che, dopo diversi lustri di attesa, nei giorni scorsi è stato approvato in Senato il testo di riforma della legge Nazionale sulle Aree Protette L. 394/91. A riguardo, mi sento di esprimere sincera gratitudine a tutti coloro, rappresentanti politici, istituzioni ed associazioni, per il cammino democratico e partecipato della riforma, caratterizzato per gli innumerevoli incontri, sia di livello nazionale, associativo ed istituzionale, soprattutto in Federparchi. Tra le novità più importanti voglio segnalare l’introduzione del criterio di Pagamento dei Servizi Ecosistemici a favore delle aree protette, tematica particolarmente cara all’Ente Parco Sasso Simone e Simoncello avendo, tra i primi in Italia, già sottoscritto due contratti di tale genere. Altra importante novità introdotta, che ci riguarda da vicino, è la possibilità di introdurre nel Regolamento del Parco il divieto di esercitazioni militari. Il percorso di approvazione della legge non è ancora terminato, ora è importante che si proceda con determinazione anche con la votazione dell’altro ramo del Parlamento, momento che rappresenterà l’occasione per consolidare ulteriormente gli aspetti innovativi introdotti e per cogliere le osservazioni critiche espresse dalle associazioni ambientaliste, al fine di giungere ad un testo pienamente condiviso. Auspico vivamente che questa volta sia quella buona, che le sensibilità di tutti i soggetti coinvolti siano tenute in giusta considerazione, ma che soprattutto prevalga l’interesse di dotare gli enti gestori delle aree protette di strumenti efficaci ed evoluti, in grado di valorizzare al meglio l’immenso patrimonio naturale a nostra disposizione. 

Guido Salucci

Presidente Parco Interregionale Sasso Simone e Simoncello